Gli operai bolognesi preferiscono meno soldi e più tempo libero

Marco Bettazzi (la Repubblica, 31 marzo 2018)


Soldi o tempo libero? Molti lavoratori bolognesi scelgono la seconda opzione. Almeno, quelli che hanno la fortuna di poter fare questa scelta offerta dalle principali aziende del territorio. Succede in grandi imprese meccaniche come Marposs, Samp, Ducati, Lamborghini o Bonfiglioli, dove gli accordi coi sindacati prevedono meccanismi di recupero delle ore lavorate che danno al dipendente la possibilità di scegliere se arricchire la busta paga o passare più tempo fuori dalle fabbriche.

 

E’ quanto emerge da uno studio fatto dalla Fiom Cgil di Bologna su alcuni degli accordi firmati sul modello tedesco, dove sindacati e aziende, nella regione del Baden-Wuttenberg o in aziende come la Volkswagen, oltre che prevedere riduzioni d’orario consentono di convertire parte dello stipendio in ferie aggiuntive. Alla Marposs, azienda di Bentivoglio con 800 dipendenti, i 30 lavoratori turnisti possono scegliere se adottare un orario di 6 ore e 45 minuti o 7 ore e 15, con una maggiorazione di stipendio nel secondo caso: 27hanno preferito la prima opzione…

 

Continua a leggere su la Repubblica

 




PinIt