ASSE.CO – Asseverazione di Conformità dei rapporti di lavoro

Vincenzo Sorrentino


È stato siglato il 15 gennaio 2014 scorso, il protocollo d’intesa tra il Ministero del lavoro e il Consiglio nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro per un nuovo accordo riguardante la Certificazione della regolarità dei Datori di Lavoro.

 

Il nuovo strumento denominato (ASSE.CO Asseverazione di Conformità dei rapporti di lavoro), è un’asseverazione sulla regolarità contrattuale dei datori di lavoro, avente la dichiarata finalità di contribuire a diffondere la cultura della legalità e semplificare gli adempimenti a carico dei datori di lavoro.

 

Cosa è la certificazione regolare contrattuale dei datori di lavoro?

– È l’Asseverazione di Conformità dei rapporti di lavoro concernente:

1. Lavoro minorile (il rispetto dei limiti di età, dell’obbligo di sorveglianza sanitaria, del divieto di lavoro notturno, etc.);

2. Tempi di lavoro (il rispetto della durata massima dell’orario di lavoro, dei limiti in materia di lavoro straordinario, della disciplina sul computo e sui compensi per lavoro straordinario, della disciplina sui riposi giornalieri, della disciplina sui riposi settimanali, della disciplina in materia di ferie annuali, dei limiti di lavoro notturno, delle disposizioni in materia di valutazione dello stato di salute dei lavoratori notturni, il rispetto del divieto di adibizione delle donne al lavoro;

3. Lavoro “nero” , il rispetto della disciplina in materia di corretta instaurazione di rapporti di lavoro subordinato;

4. Salute e sicurezza del lavoro, l’assenza di provvedimenti di carattere sanzionatorio in materia di salute e sicurezza del lavoro;

5. Contratti Collettivi, il rispetto della parte economica-normativa dei contratti collettivi nazionali e, ove applicabili, di quelli di secondo livello;

6. Regolarità contributiva, il rispetto dei requisiti per rilascio del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC);

7. Corresponsione della retribuzione: il professionista, in forza di speciale delega de parte del datore di lavoro, dichiara di aver correttamente provveduto alla corresponsione delle somme indicate nei prospetti paga.

 

Come si ottiene?

– La ASSE.CO è rilasciata esclusivamente su istanza volontaria del datore di lavoro che intende ottenere l’asseverazione. L’istanza è presentata al Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, anche a mezzo di Consulente del lavoro appositamente delegato;

– La ASSE.CO è rilasciata, entro 30 giorni decorrenti dalla data dell’Istanza, esclusivamente attraverso procedera telematica.

 

Per quanto tempo ha la validità?

– La ASSE.CO ha validità annuale dalla data di rilascio salvo il venir meno dei requisiti per la sua concessione. Il Consulente del lavoro, che ha rilasciato la dichiarazione, verifica quadrimestralmente la permanenza dei presupposti. In caso del venir meno dei requisiti richiesti, ne dà immediata comunicazione al Consiglio Nazionale dell’ordine dei Consulenti del Lavoro.

– L’elenco dei datori di lavoro che hanno ottenuto la ASSE.CO sarà pubblicato sul sito del Consiglio Nazionale e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e sarà liberamente consultabile. L’elenco sarà aggiornato con cadenza quindicinale.

 

Effetti del rilascio dell’ASSE.CO?

– La Direzione Generale Ispettiva del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali al fine di realizzare un più efficace utilizzo delle risorse ispettive disponibili, orienterà l’attività di vigilanza in via assolutamente prioritaria nei confronti delle imprese prive della ASSE.CO., fatta eccezione per le seguenti ipotesi:

– specifica richiesta di intervento;

– indagine demandata dall’A.G. o da altra Autorità amministrativa;

– controlli a campione sulla veridicità delle dichiarazioni in base alla disciplina vigente.

– L’asseverazione, fermo restante la disciplina in materia della responsabilità solidale, potrà essere utilizzata anche nell’ambito degli appalti privati. Il personale ispettivo, né potrà tenere conto nell’ambito di eventuali accertamenti , ai fini della verifica della regolarità delle imprese.

 

Vincenzo Sorrentino

Dottore commercialista

 

Scarica il pdf pdf_icon

 




PinIt