Nell’ipotesi di concorso di più cause, lavorative ed extra-lavorative, trova applicazione il principio dell’equivalenza delle cause (art. 41 c.p.), secondo il quale va riconosciuta l’efficienza causale ad ogni antecedente che abbia contribuito, anche in maniera indiretta e remota, alla produzione dell’evento. Nel determinismo causale dell’evento morbigeno, è sufficiente la connessione con il servizio espletato, affinché possa essere riconosciuta la natura professionale della malattia

Tribunale di Monza, sentenza 13 marzo 2019, n. 56