17 ottobre 2016

Scrivere bene i contratti: non è tutto, ma certamente è molto

Michele Tiraboschi


Corso di tecniche di redazione dei contratti di lavoro
 

La recente assegnazione del premio Nobel per l’economia a Oliver Hart e Bengt Holmström, per il loro contributo nelle analisi sulle teorie del contratto, richiama ancora una volta l’attenzione sulla importanza di una competenza teorico-pratica nell’utilizzo dello strumento principe nella regolazione dei rapporti economici. Come riconosce la motivazione del premio “Le economie moderne sono sostenute da innumerevoli contratti” e “siccome [tali] rapporti comportano tipicamente dei conflitti di interessi, i contratti devono essere ben costruiti in modo tale che le parti prendano decisioni che portino benefici comuni”.

 

Questo è particolarmente vero laddove si parli di contratti di lavoro. Per questo motivo ho deciso di presentare quest’anno una nuova edizione del volume Teoria e pratica dei contratti di lavoro (Adapt University Press, 2016) che contiene una intera sezione dedicata alle formule contrattuali. Per lo stesso motivo ed in continuità con corsi di successo tenuti in passato nell’ambito delle varie iniziative di fundraising per sostenere i giovani di ADAPT e i nostri percorsi di dottorato ho pensato di proporre un corso pratico, che si svolgerà inizialmente a Roma e Bergamo, sulla tecnica di redazione dei principali contratti di lavoro portando a condivisione l’esperienza su oltre 20.000 contratti certificati presso la Commissione del Centro Studi DEAL del Dipartimento ‘Marco Biagi’ che presiedo.

 

Si tratta di una competenza che diventa ancora più rilevante laddove si consideri che ad effetto della corposa riforma del diritto del lavoro attuata tramite il cd. Jobs Act e delle trasformazioni che stanno interessando il mondo del lavoro, si verifica un allontanamento dalle formule contrattuali standard ed una esaltazione della capacità delle parti di costruire il proprio rapporto in vista dei propri migliori interessi. E, ancora, è una competenza che riguarda, non solamente la redazione di contratti individuali chiari, ma anche quella di contratti collettivi, nella specie aziendali, che sono sempre più chiamati a regolare le dinamiche dei rapporti di lavoro a tutto tondo, come dimostra, per esempio, l’interesse degli ultimi mesi verso il già citato lavoro agile e verso il welfare aziendale.

 

Per questi motivi ho pensato fosse necessario quest’anno un corso più ampio, che potesse coprire sia le diverse fattispecie di contratti individuali che quelli collettivi. A tal fine il corso si svolgerà in tre giornate lungo i mesi di novembre, dicembre e gennaio e avrà una durata di 6 ore per sessione. Almeno in questa prima fase terrò il corso personalmente affiancato da alcuni collaboratori. In particolare sottolineo come nell’ultima giornata si svolgerà un focus in collaborazione con Emmanuele Massagli sulla scrittura di contratti con a tema il welfare aziendale.

Per garantire la massima interazione e il taglio casistico, partendo dai settori e CCNL più rilevanti, costruiremo aule di non più di 20/25 partecipanti. Invito pertanto responsabili della gestione del personale, esperti, consulenti e quanti interessati, a partecipare a questa nuova iniziativa di ADAPT, di taglio pratico e operativo, che ci consentirà di coprire integralmente una borsa di dottorato, come già avvenuto nello scorso anno.

 

Per iscriversi è necessario compilare il modulo che trovate a questo link. Per avere maggiori informazioni potete scrivere al seguente indirizzo segreteria@adapt.it.

 

Michele Tiraboschi

Coordinatore scientifico ADAPT

@Michele_ADAPT

 

Imparare a scrivere contratti di lavoro pdf_icon

Modulo di iscrizione

 

Scarica il PDF pdf_icon




PinIt