L’assegno di ricollocazione e il rischio di nuove diseguaglianze

Angelo Pandolfo (eticaeconomia.it, 


1. Il decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 150, dedicato al riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, dà notevole importanza all’assegno di ricollocazione (in particolare, regolato dagli artt. 23 e 24),di cui si è già occupato il Menabò.

 

L’assegno  rappresenta indubbiamente  uno degli istituti più interessanti tra quelli trattati dal decreto e su di esso si punta molto al fine di migliorare l’efficacia delle attività volte a fornire sostegno nella ricerca di occupazione.

 

L’assegno di ricollocazione trova precedenti in alcune esperienze, positive, di gestione dei servizi per l’impiego realizzate in altri Paesi e, d’altro canto, non costituisce una novità assoluta per l’ordinamento nazionale e per gli stessi sistemi regionali di servizi  e politiche attive del lavoro.

 

Continua a leggere su eticaeconomia.it.




PinIt