Il diario delle relazioni industriali verso Expo 2015

a cura di Ilaria Armaroli e Davide Mosca, Bollettino speciale ADAPT, n. 11/2015


Il diario delle relazioni industriali verso Expo 2015 racconta la storia di un confronto negoziale intenso e partecipato che, dal 2007, ha contribuito a definire un quadro normativo ai rapporti di lavoro connessi all’evento. Indubbiamente, Expo 2015 ha rappresentato il banco di prova della maturità delle nostre relazioni industriali.
 
Se le intese siglate dal 2007 sembravano garantire lo svolgimento dell’evento in un contesto di tregua sindacale, le cronache recenti svelano tratti di inedita conflittualità. Alla vigilia del lancio dell’esposizione universale, Expo 2015 rischia di trasformarsi nel terreno di scontro per la risoluzione di vertenze collettive insorte fuori dal perimetro dei padiglioni espositivi. La prima pietra d’inciampo è rappresentata dal settore dei trasporti pubblici, con la vertenza ATM, a cui si aggiungono i benzinai e i lavoratori della Scala chiamati a prestare servizio il 1° maggio, in occasione della serata inaugurale dell’evento.
 
Questo Bollettino speciale, curato da Ilaria Armaroli e Davide Mosca, raccoglie la documentazione essenziale per ricostruire e valutare gli sviluppi delle relazioni industriali in Expo 2015. Nella sezione interventi sono stati inseriti l’articolo di Marco Menegotto, Libertà di circolazione e diritto di sciopero. Il ddl Sacconi: un’occasione mancata?, che mette in luce l’attualità il disegno di legge Sacconi per la regolazione dello sciopero, e l’editoriale di Ilaria Armaroli e Davide Mosca, che offre una chiave di lettura sulla dimensione delle relazioni industriali anche oltre Expo 2015.

 

I. Armaroli e D. Mosca, (a cura di), Il diario delle relazioni industriali verso Expo 2015, Bollettino speciale ADAPT, n. 11/2015

 




PinIt