Concertazione chi? Il senso politico della rupture di Renzi

Claudio Cerasa (Il foglio)


Doveva essere, per Renzi, il giorno del grande piano sul Lavoro, il giorno della grande risposta del governo all’emergenza disoccupazione, il giorno della presentazione finale del Jobs Act. Ma alla fine dei conti il consiglio dei ministri di mercoledì prossimo dovrebbe trasformarsi in qualcosa di diverso e dovrebbe diventare davvero il giorno in cui Renzi farà quello che nessuno governo negli ultimi vent’anni è riuscito a fare come avrebbe voluto: abbassare di un’anticchia le tasse e far trovare ai lavoratori che ricevono meno di 25 mila euro di retribuzione all’anno un piccolo contributo per veder migliorato il proprio stipendio.

 

Leggi l’articolo intero




PinIt