ARCHIVIO – DETASSAZIONE E PRODUTTIVITA’

Legge di stabilità 2016: si torna a parlare di produttività, ma gli impatti fiscali dimostrano una mancanza di visione prospettica

Dopo un anno di silenzio, con il disegno di legge di stabilità 2016 si torna a parlare di contrattazione decentrata e produttività. All’art. 12 del testo al vaglio del Senato infatti ricompare il regime fiscale dei premi di produttività dopo …

Accordo integrativo Gum Base: condivisione degli obiettivi per la produttività e qualità del lavoro

Gum Base Co., business unit di Perfetti vanMelle, è un produttore di gomma base, principale materia prima per la produzione di gomme alimentari e gomme da masticare, di compresse in polvere, polvere di gomma per la pasticceria e per …

La flessibilità salariale come leva di produttività: il caso International Paper Italia

Modificare e integrare i parametri e gli obiettivi del Premio di Risultato, con il fine di adeguare i livelli di produttività aziendale. Questo lo scopo prioritario dell’accordo integrativo stipulato in data 25 febbraio 2015 tra l’azienda International Paper Italia

L’integrativo Autogrill: flessibilità e qualità del lavoro come leve del rilancio produttivo

In data 3 luglio 2015 è stata siglata a Roma l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto integrativo aziendale di Autogrill S.p.A.. Destinata a regolare le condizioni di lavoro degli oltre ottomila dipendenti della società, l’intesa è …

Nessun limite di reddito per la fruizione dello sgravio contributivo sulle retribuzioni di produttività. Analisi del Decreto Ministeriale del 14 febbraio 2014

La legge 247 del 2007, recependo il contenuto del Protocollo sul Welfare di luglio 2007, per incentivare la contrattazione di secondo livello istituì nello stato di previsione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali un fondo di 650 milioni …

Sarà la crescita della produttività del lavoro a guidare l’espansione economica del mondo

A partire dal 2012, la Commissione europea segnala che, a causa del progressivo invecchiamento della popolazione, la forza lavoro dell’area euro tenderà lentamente a diminuire, ostacolando la crescita dell’economia. Solo un aumento della produttività del lavoro potrà innescare un’inversione di …