Autisti, fattorini, mulettisti: il boom dei lavori flessibili tra web e consegne a casa

Fabio Savelli (Corriere della Sera, 17 febbraio 2018)


L’economia dell’ultimo miglio

Potremmo chiamarla l’economia dell’ultimo miglio. Sostenuta dal boom del commercio elettronico. Trascinata dalle applicazioni di cibo a domicilio. Amplificata dalla grande distribuzione che offre sempre più spesso il servizio di consegna della spesa. Sta facendo aumentare a dismisura la richiesta delle aziende di una serie di profili che investono la filiera della logistica: autisti, fattorini, mulettisti, magazzinieri. Non proprio professioni ad alto valore aggiunto, ma decisive per attenuare l’«insostenibile velocità dei pacchi» come l’ha definita Freight Leaders Council, la maggiore associazione di settore: traffico congestionato, zone ad accesso limitato nelle città, parcheggi inesistenti, carenza di portieri negli stabili, orari inconciliabili tra i destinatari della merce e l’attività dei corrieri.

 

Se l’occupazione stenta a ripartire, nonostante la ripresa economica sia ormai conclamata, suona curioso ciò che sta accadendo a Deliveroo. Una delle principali aziende di food delivery riceve oltre 1.100 candidature alla settimana per aspiranti rider, nonostante le frequenti polemiche per i bassi salari e un difficile inquadramento contrattuale…

 

Continua a leggere su corriere.it




PinIt